Cronaca di un sogno realizzatosi: la promozione in serie B

Questa è la cronaca di un sogno che ha come protagonisti i giovani atleti del San Lazzaro 90 Baseball che, dopo una regular season giocata sempre al meglio, si sono guadagnati l’accesso ai play off e, alla fine, la promozione in B, grazie a due vittorie in tre partite giocate in due domeniche tra Bologna e Messina.

E’ l’avventura di un gruppo di amici guidati dal coach Vincenzo Avallone. Una squadra di ragazzi, alcuni esordienti in serie C, tutti giovanissimi: l’età media è 19 anni.

Tutto ha inizio più di una decade fa, quando i primi ragazzi si sono avvicinati allo sport del batti e corri. Con il susseguirsi delle stagioni si sono aggiunti altri, tutti con un unico sogno: riuscire un domani a giocare con le squadre seniores, “i grandi”.

Guadagnato quest’estate il diritto a giocarsi i play off, il primo scoglio si staglia all’orizzonte dello Stretto di Messina. Lì ai primi di settembre, dopo il sorteggio, i giovani giocatori del San lazzaro sono attesi da un avversario ostico, il Cus Unime Messina, che ha chiuso imbattuto la stagione e vanta nelle sue fila anche ex giocatori di serie A e di grande esperienza.

I nostri ragazzi partono in pullman venerdì a mezzanotte (così si paga un giorno in meno!) e, dopo un viaggio di 1000 chilometri, cenano, mangiano una granita, dormono e alla mattina di domenica 9 settembre sono in campo per gara 1.

La grande tensione iniziale pian piano svanisce lasciando il posto alla determinazione. Così, dopo una bella partita dal risultato mai davvero in discussione, i sanlazzaresi escono vincitori per 7 a 4 dallo stadio Primo Nebbiolo. Appena finita la partita, si torna subito a casa (altri 1.000 chilometri in pullman), dopo una doccia e con un panino (gentilmente preparato dallo staff del Messina) infilato in borsa. Arrivo a Bologna alle 3 di notte, ma non si poteva aspettare: lunedì mattina presto un paio di giocatori devono andare a lavorare e uno ha l’orale dell’esame di settembre al liceo da sostenere!

Giusto il tempo di scollarsi di dosso le fatiche del viaggio ed è già ora di affrontare nuovamente il Cus Unime nella doppia sfida di gara 2 e 3. E’ una battaglia che dura una giornata intera, al termine della quale una sola squadra potrà festeggiare.

Se si vince la seconda partita è fatta… ma non va così.

Domenica 16 settembre, alle ore 10, con una cornice fantastica di pubblico tra genitori, amici e nonni, le due squadre scendono in campo. Il San Lazzaro prende una sonora batosta: 10 a 0. Il Messina vince con caparbietà e sangue freddo.

I giocatori hanno alle spalle già oltre 3 ore di gioco, ma nel pomeriggio li aspetta la partita decisiva. Pranzo veloce (un panino alla mortadella gentilmente offerto dallo staff del San Lazzaro!) e inizia gara 3.

O dentro o fuori. Negli occhi dei ragazzi del San Lazzaro risplende un’altra luce, la tensione è palpabile, il pubblico non smette nemmeno un minuto di incitare. Va in scena una gara dura, giocata da entrambe le parti con impegno e correttezza: 2 punti a testa fatti nei primi due inning e tutto resta così fino al 9°, con le due squadre che non fanno errori e non concedono nulla. A decidere tutto un momento nell’ultima frazione di gioco, con una palla che cade a terra e un giocatore del San Lazzaro che scatta e corre come un fulmine dalla prima a casa base portando sulle spalle tutta la squadra, la stagione, i sogni, la voglia di vincere di ogni singolo ragazzo in campo e nel dugout.

E’ un’immensa gioia, di quelle che lo sport sa regalare, di quelle che sanno di sudore, impegno e fatica. Sono tutti in preda a un’euforia un po’ folle, tra abbracci e qualche lacrima.

Grazie ragazzi! Ci avete regalato emozioni che porteremo sempre dentro e grazie a coach Avallone per la sapiente gestione della squadra.

Siete orgogliosamente in B.

No Replies to "Cronaca di un sogno realizzatosi: la promozione in serie B"


    Got something to say?